Cerca
Close this search box.

Il ruolo cruciale del Preposto in ambito safety: riepilogo, nuovo Interpello e consigli utili

ruolo-preposto-safety-interpello

La tutela della salute e sicurezza sul luogo di lavoro è una priorità assoluta in qualsiasi settore. Nel contesto aziendale, il preposto gioca un ruolo fondamentale nell’implementazione e nel mantenimento di pratiche sicure.

Chi è il “Preposto” alla sicurezza sul lavoro?

Il termine “preposto” si riferisce a un individuo designato all’interno di un’organizzazione con il compito specifico di gestire e promuovere le pratiche di salute e sicurezza sul posto di lavoro. La figura del preposto è fondamentale per garantire il rispetto delle normative vigenti e la creazione di un ambiente di lavoro sicuro per tutti i dipendenti, e nel tempo questa figura acquisisce uno spazio crescente nella normativa e nella giurisprudenza: si faccia riferimento alle modifiche introdotte dal cosiddetto “Decreto Fiscale”.

L’articolo 2, del decreto legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 infatti definisce il Preposto

la “persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa”.

Responsabilità del Preposto in ambito salute e sicurezza nei luoghi di lavoro 

Il preposto ha il compito di adempiere a diversi obblighi al fine di garantire un ambiente di lavoro sicuro e conforme alle normative.

L’articolo 19 del decreto n. 81 del 2008, rubricato “Obblighi del preposto”, al comma 1, lett. a), prevede che i preposti, secondo le loro attribuzioni e competenze, devono:

“sovrintendere e vigilare sull’osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonché delle disposizioni aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuale messi a loro disposizione e, in caso di rilevazione di comportamenti non conformi alle disposizioni e istruzioni impartite dal datore di lavoro e dai dirigenti ai fini della protezione collettiva e individuale, intervenire per modificare il comportamento non conforme fornendo le necessarie indicazioni di sicurezza. In caso di mancata attuazione delle disposizioni impartite o di persistenza dell’inosservanza, interrompere l’attività del lavoratore e informare i superiori diretti”.

Tra i molteplici doveri che il preposto assume, in virtù di quanto sopra, riassumiamo le principali responsabilità a carattere generale:

  1. Rispetto delle regole di sicurezza:

Il preposto è responsabile di verificare che i lavoratori da lui coordinati operino nel rispetto delle misure di prevenzione e protezione definite dall’organizzazione con la propria valutazione dei rischi, anche nelle situazioni di emergenza. Tipicamente questo include la verifica del corretto utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), il monitoraggio sul rispetto delle procedure o istruzioni di sicurezza, l’assegnazione di compiti nel rispetto di eventuali prescrizioni o limitazioni sanitarie dei lavoratori, ecc.

  1. Monitoraggio e Reporting:

La vigilanza costante delle condizioni di lavoro è un obbligo fondamentale del preposto. Questo comprende il monitoraggio regolare per identificare eventuali situazioni che richiedano un intervento per ripristinare o migliorare le condizioni di sicurezza, intervenendo direttamente ove possibile o segnalando la necessità di intervento ai propri superiori. In caso di pericolo, se necessario, il preposto ha l’obbligo di interrompere temporaneamente l’attività.

La prontezza nel segnalare situazioni di pericolo è essenziale per mantenere un ambiente di lavoro sicuro e il preposto deve assicurarsi che le correzioni siano apportate prontamente. L’obiettivo è quello di adottare sempre nei luoghi di lavoro.

Importanza crescente del Preposto 

La conformità alle normative in materia di salute e sicurezza è essenziale per evitare sanzioni e proteggere la reputazione aziendale. Il preposto svolge un ruolo chiave nel garantire che l’azienda operi in modo sicuro e in linea con le disposizioni legali.

Anche la Commissione per gli Interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro, il 23 novembre 2023 si è espressa sulla figura del preposto, ritenendo che l’obiettivo del legislatore sia quello di rafforzare il ruolo del Preposto, quale figura di garanzia, e che sussista sempre l’obbligo di una sua individuazione.

La coincidenza della figura del preposto con quella del datore di lavoro può essere considerata solo come extrema ratio – a seguito dell’analisi e della valutazione dell’assetto aziendale, in considerazione della modesta complessità organizzativa dell’attività lavorativa – laddove il datore di lavoro sovraintende direttamente a detta attività, esercitando i relativi poteri gerarchico – funzionali.

Inoltre, non potendo un lavoratore essere il preposto di sé stesso, nel caso di un’impresa con un solo lavoratore le funzioni di preposto saranno svolte necessariamente dal datore di lavoro.

Per maggiori informazioni, approfondisci al seguente link l’interpello n.5/2023.

Consigli pratici per i Preposti

  1. Checklist:

Dotarsi di una lista di controllo delle attività che si ha la responsabilità di monitorare, può aiutare il Preposto nell’essere puntuale e preciso nell’adempiere ai propri compiti.

  1. Aggiornamento Continuo:

Il preposto dovrebbe rimanere costantemente informato sulle nuove normative e buone pratiche di sicurezza, oltre che sulle procedure/istruzioni aziendali in essere. La formazione continua è essenziale per adattarsi a cambiamenti normativi e nuovi sviluppi nel settore.

  1. Coinvolgimento dei Lavoratori:

Coinvolgere i dipendenti nelle iniziative di sicurezza crea un ambiente collaborativo e promuove una cultura della sicurezza. Il preposto può incentivare la partecipazione attraverso incontri periodici con i lavoratori che coordina e feedback in merito alla gestione delle loro segnalazioni.

Conclusioni per le Organizzazioni

Adottare un approccio proattivo alla sicurezza sul luogo di lavoro, implementando un’organizzazione della sicurezza che includa la presenza di preposti ben informati e impegnati, può contribuire significativamente a creare un ambiente di lavoro sicuro e favorire la conformità alle normative, anche considerato che l’individuazione dei preposti è un obbligo a carico di datori di lavoro e dirigenti, rafforzato anche dal recente Interpello sopra richiamato.

Facebook
Twitter
LinkedIn