Cerca
Close this search box.

Governare i cambiamenti nella norma ISO 45001

Cambiamento-45001

Il tema della gestione del cambiamento si trova nella sezione dedicata al controllo operativo (sez. 8) degli standard ISO 45001 ed ISO 14001 che pongono come elemento fondamentale la seguente domanda:

Come posso intercettare i cambiamenti in atto e valutarne l’impatto sugli aspetti HSE?

Su questo punto lo standard richiede all’Organizzazione di individuare le tipologie di cambiamento che possono avere impatto sulle tematiche HSE avendo cura di definire il processo e le relazioni per la gestione del cambiamento.

La norma ISO 45001 in particolare suggerisce in modo puntuale anche alcune tipologie di cambiamento da tenere in considerazione tra cui:

  1. nuovi prodotti, servizi e processi o modifiche a prodotti, servizi e processi esistenti, inclusi:
    – ubicazione del luogo di lavoro e aree circostanti;
    – organizzazione del lavoro;
    – condizioni di lavoro; impianti e attrezzature;
    – forza lavoro;
  2. cambiamenti nei requisiti legali e altri requisiti;
  3. cambiamenti nelle conoscenze o informazioni su pericoli e rischi per la SSL;
  4. sviluppi nella conoscenza e nella tecnologia.

E’ importante intercettare tutti quei cambiamenti che possono avere impatto sul sistema di gestione.

I cambiamenti possono essere programmati, attesi o anche non previsti.
La cosa importante è che sia individuata la modalità con cui l’Organizzazione si mette nelle condizioni di intercettare i cambiamenti al fine di valutarne gli impatti e predisporre gli action plan conseguenti.

Quali sono i passaggi necessari?

Nella definizione degli aspetti inerenti la gestione dei cambiamenti occorre:

  • censire le macrocategorie di cambiamenti che possono in astratto verificarsi in una Organizzazione;
  • comunicare e sensibilizzare tutte le parti che possono determinare un cambiamento in modo tale che siano consapevoli della necessità di una valutazione preliminare rispetto agli impatti che il cambiamento può introdurre;
  • coinvolgere gli stakeholders rilevanti rispetto al cambiamento;
  • fare una valutazione dei rischi opportunità ed impatti che il cambiamento può determinare;
  • programmare l’introduzione del cambiamento avendo in considerazione le tempistiche necessarie per una gestione che consideri tutti i fattori di impatto;
  • individuare i propri fornitori definendone le caratteristiche (ad esempio fornitura di beni, fornitori di servizi in appalto, outsourcing)

Quali sono i problemi ricorrenti nella gestione del cambiamento?

Il punto della norma ISO 45001 vede spesso una carente o incoerente applicazione.
I problemi che più frequentemente si evidenziano sono:

  • mancata identificazione a priori delle tematiche «sensibili» rispetto al cambiamento e sensibilizzazione sulle stesse;
  • introduzione di cambiamenti non comunicati e non gestiti in ottica di rischio;
  • cambiamenti di carattere organizzativo poco considerati;
  • scarsa consapevolezza di quali siano gli elementi su cui attivare una gestione del cambiamento;
  • il cambiamento precede e non segue una analisi del rischio.
Facebook
Twitter
LinkedIn